Jever Pilsener

Nella citta’ di Plzen (Pilsen in lingua tedesca), nacque in un non recente passato una lager che si distingueva (e si distingue) per il ruolo del luppolo (di solito veniva utilizzato il Saaz).
Dalla Boemia la “ricetta” si sposto’ anche nella vicina Germania dove la Pilsen, con alcune piccole varianti rispetto a quella fabbricata nell’odierna Repubblica Ceca, ha avuto la sua bella notorieta’.
Un, secondo noi, ottimo esempio di Pilsen e’ la Jever che abbiamo avuto la fortuna di assaggiare qualche giorno fa.
Anzitutto, va detto, l’abbiamo provata nel momento a lei piu’ favorevole: caldo, sete,…
Chiara, limpida, spumeggiante, la Jever subito si presenta con un aroma dominato da luppolo, aromatico. Classico anche il sapore, amaro, soprattutto nel retrolfatto (persistente), chiaro invito ad un’altra sorsata.
—————
Tipologia: pilsener
Fermentazione: bassa
Grado alcolico: 4.9%
Temperatura di servizio: 4/6 gradi
Confezione: bottiglia 1/2 litro
Prezzo: 2/2.5 euro (dipende da beershop)
Maggiori informazioni: www.jever.de
Il nostro parere: ****/$$½ (minimo 1, max 5: molto buona ma molto cara)

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 + 2 =